La rosa dei venti

La rosa dei ventiPer un sub, come per chiunque vada per mare, è importante imparare a conoscere i venti. In base alla provenienza si possono prevedere le condizioni meteomarine, evitando spiacevoli sorprese.
A seconda della zona geografica in cui ci si trova, lo stesso vento può pulire o sporcare il mare e consentirci o meno di mettere l’imbarcazione in acqua per goderci la nostra “avventura”.
Per denominare i venti la “gente di mare” fa ricorso alla rosa dei venti: questa non è altro che una rappresentazione grafica della loro provenienza.
Già nel medioevo i naviganti la associavano alla bussola, accomunando i venti ai punti cardinali. Apparve per la prima volta in una carta nautica del 1375: l’Atlante Catalano.
Secondo l’ipotesi più antica, il suo centro corrisponderebbe all’isola di Creta. Questo spiegherebbe l’origine dei nomi della maggior parte dei venti: effettivamente, da quella posizione, il libeccio proviene dalla Libia, lo scirocco dalla Siria, la tramontana spira attraverso i monti, “trans montes”, della Macedonia e della Grecia. Levante e ponente con riferimento al sorgere e al tramontare del sole, l’ostro, il cui nome deriva dal latino “auster”, per la sua provenienza australe.
Le perplessità nascono sul maestrale e sul grecale.
Tali dubbi accreditano l’altra ipotesi, secondo cui, al centro della rosa dei venti corrisponderebbe l’isola di Malta. In questo modo coinciderebbero sia gli altri venti, che il grecale e il maestrale, rispettivamente provenienti da Grecia e Venezia. Quest’ultima, considerata a quei tempi la maestra dei mari.
Come scritto sopra, ai punti cardinali si associano i venti:
Tramontana da Nord
Grecale da Nord-Est
Levante da Est
Scirocco da Sud-Est
Ostro da Sud
Libeccio da Sud-Ovest
Ponente da Ovest
Maestrale da Nord-Ovest

© M.G.

Annunci

~ di mediterraneapassione su aprile 28, 2008.

11 Risposte to “La rosa dei venti”

  1. Io ODIO i venti, e soprattutto lo scirocco!
    Buona settimana, Miky.
    Io sono ancora in vacanza (con la testa, ahimè).
    Ti abbraccio

  2. Il vento è il respiro del pianeta. A volte è delicato e sensuale a volte deciso e violento…

    L’importante è che ci sia…

  3. @ Princi … sicuramente da noi lo scirocco è molto fastdioso, ma senza il vento la terra sarebbe invivible, non esisterebbero le onde del mare che ci cullano e che hanno ispirato tanta poesia.
    Pensa che sabato e domenica ho lavorato !!! 😦

    @ Aldo … Mi hai tolto le parole di bocca … ho dovuto cambiare la mia risposta per Princi … ti sono grato di averlo fatto …

  4. adoro il vento
    porta e porta via
    la rosa è vecchissima è vero, vedi che le cose importanti arrivano dai vecchi? e questa di anni ne ha na marea…
    le maree…quante cose si nascondono dentro a questo mondo..
    bel post, scritto bene, chiaro e semplice
    buona settimana 😉

  5. @ Irish Coffee … grazie …
    Di eventi naturali legati al mare ne esistono un’infinità. Alcuni di loro celati dietro veli di mistero e romanticismo, come le maree.
    Arriverà il post anche su quelle … 🙂

  6. io ADORO il vento!ovviamente quando non è contro qualcosa che devo fare 🙂
    mi ha sempre affascinata tantissimo il nome.. “rosa dei venti”..è maestoso 😀

  7. …inutile da parte nostra fare commenti sui venti, vero? abbiamo con Eolo e i suoi sudditi un rapporto conflittuale, li desideriamo, ma non sempre, e a volte non siamo soddisfatti della loro intensità (in senso negativo e positivo)… tipica insoddisfazione da umani? chissà… ma senza come faremmo?
    anche la rappresentazione grafica della rosa dei venti è molto varia, ce ne sono di bellissime…

  8. Ho sempre avuto una certa passione per i venti… mi affascinano 😉

  9. @ Elis … A volte capita che il vento ci sia contrario, basta solo modificare un po la rotta … e si va lo stesso.

    @ Valeria … hai pienamente ragione … anche noi sub abbiamo col vento un rapporto simile … senza di lui il mare non sarebbe tale. Il vantaggio di abitare su un’isola è che, comunque, basta fare un po di miglia in più, e un luogo a ridosso lo trovi sempre. Adoro navigare col mare formato.
    Se avete qualcosa in più da aggiungere sulla rosa dei venti, o qualcosa di diverso rispetto a quello che ho scritto fate pure.

    @ demi4jesus … il vento spesso è poesia … sussurra e ruggisce …

  10. basta modificare la rotta..mmm..bello!mi piace!

  11. non c’è bisogno di aggiungere nulla… sei stato esaustivo e chiaro, anzi io sull’origine non ne sapevo nulla, quindi devo ringraziarti per avermi insegnato qualcosa di nuovo…
    ciao “libraio” del mare :o)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: