Il mare

“….. ed è qualcosa da cui non puoi scappare. Il mare. Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce ogni tanto, si traveste da lago,oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non da risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile.
Ma soprattutto il mare chiama. Non fa altro in fondo che questo: chiama.
Non smette mai, ti entra dentro, ce l’hai addosso, è te che vuole.
Puoi anche far finta di niente, ma non serve. Continuerà a chiamarti.
Questo mare che vedi e tutti gli altri che non vedrai, ma che ci saranno, sempre in agguato, pazienti, un passo oltre la tua vita.
Instancabilmente li sentirai chiamare.
Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà.”

Oceano mare – Alessandro Baricco

Foto: © M.G.

Annunci

~ di mediterraneapassione su aprile 28, 2008.

22 Risposte to “Il mare”

  1. E mi commuoveeeeeeee!
    E se dicessi che non è vero dovrei nascondere la mia intera vita dentro una bugia…
    Il suo richiamo, dolce, assurdo… è inevitabile… ti urla dentro, ruggisce feroce, ti placa, ti chiama, ti cerca, ti vuole…

  2. non so e non penso possa consolarti…
    ma siamo in due ad avere paura, allora.
    so il danno che riesco a fare quando sono in questo stato…

    cerchiamo di resistere…
    un sorriso

  3. @ demi4jesus … Quando il mare lo hai dentro ti chiamerà a vita. Potrai fuggire da lui … ma non servirà a nulla.

    @ Melania … Oggi per me è un giorno speciale …
    Un giorno carico di ricordi meravigliosi … ma anche di rabbia funesta. Insegui un sogno per una vita, e poi lo vedi svanire nel nulla …
    Oggi potrei anche riavere il mio sogno. Lo voglio con tutto me stesso … ma riuscirò a cancellare in un attimo tutta la mia sofferenza?
    Spero di riuscirci … spero di ritrovare il “mio mare”

  4. se lo cerchi bene lo trovi il tuo mare.

  5. Io mi ermo ore a guardarlo quando si infrange violentemente sugli scogli e quando la mareggiata è così tormentosa da intimidire anche un vecchio lupo di mare. Fortunatamente da queste parti mi capita spesso di perdermi in spettacoli simili.

  6. @ Graziano … il “mio mare” è dentro di me da sempre … il problema che oltre alle gioie regala dolori … ma fa perte della vita. Oggi spero mi regali un po di serenità.

    @ PDBmaster … come ti capisco !!! Quando il vento gelido ti intorpidisce il viso … fino a toglierti il respiro.
    Ma di che parti sei

  7. Abito nei pressi di Viareggio… e ho una bella casetta sul mare a Giulianova (TE). Come vedi il mare ce l’ho nel sangue 😉

  8. ciò che il mare prende il mare rende…
    forse è per farci capire che ciò che si ha è sufficiente?
    da buona cancro posso non adorare il mare?
    ma l’acqua…tutta l’acqua..
    scommetto che il tuo colore è il blu….
    sbaglio?? ^^

  9. [i] Ciao Miki, ho letto e risposto al tuo commento, beh in effetti culo è culo!!! Diciamo che mi sono pagato le ferie hehehehe!!! Sono tornato in Italia e appena ho un attimo per sistemare gli scatti fatti e trascrivere il resoconto di questa mia breve ma intensa vacanza posterò il tutto! A presto e acque limpide Miki

    [b]Manuel

  10. A presto…
    Manuel

  11. Spero davvero che la tua giornata stia procedendo nel migliore dei modi e che tu riesca a trovare quello che cerchi.

  12. il mare chiama e rapisce per sempre, come il canto di una sirena… e come dice qualcuno (che non ricordo chi sia)… “non dire che non hai niente quando hai davanti il mare”…
    ti auguro di cuore che tu trovi o ritrovi il tuo, come noi abbiamo trovato il nostro…

  13. @ PDBmaster … conosco bene la zona … è veramente bella 🙂

    @ Irisch coffee … non hai idea di quanto calzi a pennello oggi quello che scrivi 🙂
    Oggi ho ritrovato buona parte del mio mare … 😀
    behhh … sono cancro anch’io … sarà uno delle caratteristiche del segno … ma il mare … ci chiama.
    Per il colore … Behhh non c’era neanche bisogno di dirlo.

    @ Ciao amico mio … passerò a leggere la tua risposta, ma attendo con più ansia i tuoi resoconti e ribadisco … che culo !!! Acque limpide anche a te

    @ Melania … Devo dirti che viaggio col vento in poppa … da buon sub il troppo vento non è mai gradito … ma oggi è una giornata speciale. Stò ritovando il mio mare.

    @ Valeria … questa mi mancava … la scrivo subito !!!! 😀
    Behhh cara Valeria … vi leggevo con un pizzico d’invidia … da oggi non più.

  14. Il mare. Non puo fuggire dal suo richiamo. ti entra dentro. ed è una malattia.
    si, è te che vuole. Suadente, con impeto…e te che vuole.
    e te che chiama nelle notti senza sonno.
    S’infila nei tuoi occhi, nell’anima e lo porterai dentro. Fino all’ultimo dei tuoi giorni.
    Tu e lui, compagni fedeli. contro le meschinità del mondo.
    Il mare non ha tempo, non ha anni…
    ed il tempo senza il tuo mare diventa vischioso, intollerabile. invivibile. un macigno. Non ti permette di proseguire.
    Oggi ho ritrovato l’abbraccio del mare. ho guardato il suo immenso nei tuoi occhi. Ed è stato come tornare a casa…
    Il mare che non ho mai scordato, che ha continuato a ruggire dentro il cuore.
    Il mare di cui la mia anima non può fare a meno.
    ti amo

  15. bello leggere tra le vostre righe… sono davvero contenta Miky…
    credimi, contenta con tutto il cuore, anche perché io allora c’ero, anche se silenziosa, c’ero e mi emozionavo a leggervi…
    ciao a te e al “tuo mare”

  16. @ … Erika …. senza parole … 😀

  17. miky,
    volevo scrivere qualcosa su questo splendido post, ma dopo aver letto i commenti, anch’io sono senza parole e ti dico solo che ho pubblicato una ricettina
    ciao
    e felice giorno con il tuo (a)mare
    cla

  18. @ … Valeria … Claudia … Grazie 😀

  19. 😉

  20. @ demi4jesus … 😉

  21. Anche io leggendo gioisco con voi.
    Anche io, come Valeria, c’ero.
    Non aggiungo altro.
    Qualunque altra parola sarebbe superflua e fuori luogo.
    Un caro saluto e un sereno weed-end di mare e di amore.
    princi

    PS: poi mi devi spiegare come si formano le palle di poseidonia (credo si chiamino così). Portopalo ne era invasa e io ne sono rimasta affascinata.

  22. La poseidonia morta viene portata sulla spiggia dalle mareggiate e dalla risacca. Se non ricordo male è gia il moto ondoso a raggomitolarle, e il vento fa il resto.
    Grazie Princi … 😀
    Spero di trascorrerne tanti di week-end di mare e d’amore.

    Ciao
    Miky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: