Il celacanto, un fossile vivente

Secondo il ritrovamento di fossili, il Celacanto fece la sua apparizione 390 milioni d’anni fa.
Catalogato come Latimeria Chalumna, dalla sua scopritrice Marjorie Courtenay-Latimer, si pensava fosse estinto da oltre 60 milioni d’anni. Finché, nel 1938, nel bottino di pescatori locali, ne fu ritrovato un esemplare in Sudafrica. Un pesce lungo 177 centimetri per 77 kg di colore blu.
Trascorsero altri 14 anni, durante i quali si continuò a ritenerlo estinto, prima del secondo ritrovamento. La creatura fu pescata nelle acque delle isole Comore.
Nel 1977, due studiosi in luna di miele in Indonesia notarono, sulle bancarelle del mercato di Manado Tua, un esemplare simile al Celacanto, ma di colore diverso: marrone anziché blu. Fu catalogato come “Latimeria manadoensis”.
Nel 2000, un gruppo di sub, nell’area marina protetta di St. Lucia, in Sudafrica, riuscirono a filmare ben tre esemplari. Purtroppo l’immersione, ad oltre 100 mt di profondità, si concluse con la morte di uno degli elementi del gruppo. Colto da embolia cerebrale, nello sforzo di soccorrere un compagno d’immersione che aveva momentaneamente perso conoscenza.
Nel 2002, il sommergibile Jago riuscì a filmarne addirittura 15, di cui una femmina incinta.
Il Celacanto è entrato a far parte della cultura popolare, diventando addirittura un personaggio di videogiochi come Pokemon Relicanth, Digimon Coelamon e Animal Crossing.

© M.G.

Annunci

~ di mediterraneapassione su aprile 5, 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: