La costruzione di un amore

•luglio 27, 2009 • Lascia un commento

“Sono io che guardo questo amore
che si fa grande come il cielo
come se dopo l’orizzonte
ci fosse ancora cielo”

Notte di mezzaluna

•luglio 18, 2009 • Lascia un commento

Ti guardo. Nero. Cupo.
Notte di mezzaluna.
La tua quiete è assordante.
Il tuo sussurro è ruggito.
Smussi roccia, levighi sassi … erodi.
Dai pace alla mia anima …

M.G.

Acqua nell’acqua

•luglio 16, 2009 • 1 commento

Tu chi sei
che parli diverso
piu giovane di me
in un’altra età persa perso
in mezzo ai giorni tuoi

pezzi di quella vita che non so
tu chi sei
tu chi sei
un universo…

Tu che hai
la nuova promessa
di un segno che lasciai
nell’infinità adesso impressa
in fondo agli occhi tuoi
figli di quella luce che non è
solo tua
solo mia
se l’alba è la stessa…

Cielo e oceano
acqua nell’acqua
onda e nuvola
acqua nell’acqua
fiato dentro il fiato
io in te quant’è passato?

Corpo e anima
acqua nell’acqua
vene e lacrime
acqua nell’acqua
il mio grido nel tuo grido
è stato un brivido…
un vento caldo da domare
per salirci su e tornare
a riamare
aria e mare…

Con te che fai
un altro sentiero
e insegui la tua via
in cerca di te vera vero
e non si arriva mai
a sapere quand’è che finirà
tu che hai
io che ho
un cuore sincero
che batte
un cuore che batte
davvero…

Cielo e oceano
acqua nell’acqua
onda e nuvola
acqua nell’acqua
fiato dentro il fiato
io a te cos’è che ho dato?

Corpo e anima
acqua nell’acqua
vene e lacrime
acqua nell’acqua
il mio grido nel tuo grido
è ancora un brivido…
che c’è
che piega e piaga la mia schiena
che rovescia un fiume in piena
mi svegliai
su questa scena
e nello sconcerto
cominciai il concerto
e incerto salutai
e attraversai
tutto il deserto
per trovarmi in mare aperto
e respirai…
e respirai…

Acqua nell’acqua di parole
come un salto nelle gole
verso isole di sole
un volo libero di bere
nelle azzurrità leggere
anche per perdersi e cadere
ricadere giù…

C. Baglioni

Miraggio dell’anima

•luglio 15, 2009 • Lascia un commento

IMG_0147

Osservo i tuoi occhi sforzandomi di non lasciar trapelare nulla.
Meravigliosa immagine, ma irraggiungibile miraggio dell’anima …
Riflesso della luna sul mare …

M.G.

Fisiologia dell’iperbarismo

•luglio 11, 2008 • 39 commenti

Spaccatelle mare e terra, una cenetta e tre bloggers

•luglio 9, 2008 • 9 commenti

Alla fine ce l’abbiamo fatta. Tra un casino e l’altro siamo riusciti ad entrare nel regno di Claudia: la  cucina. Solitamente, splendide foto corredano le sue realizzazioni culinarie. E’ stato divertente beccarla con le mani nel sacco, anzi, in padella!

   

La calorosa accoglienza dei padroni di casa ci ha fatto sentire subito a nostro agio. E poi, immaginatevi la miao “Gatta di Mare” al cospetto di Pepe. Nome non fu mai più azzeccato. E chi lo teneva fermo? Ogni tanto spuntava, anelava un po di coccole, e balzellando allegramente ripartiva per le sue scorribande.
Adesso dovrei fare dei complimenti alla padrona di casa ?
Basta dare un’occhiata al suo blog per capire che persona sia.
Ma non posso astenermi dal fare dei commenti su quello che abbiamo mangiato.
Solitamente non amo i piatti dove si mescolano gusti diversi. Tendono a perdersi, a confondersi.
Nel piatto di Claudia i gusti erano ben definiti, distinti. Una bontà che non vi dico. La miao amora si leccava le vibrisse🙂
Un altro elogio meritato va a Giovanni, il padrone di casa. Per quanto di indole riservata, si è prodigato in tutti i modi per farci trascorrere una splendida serata. Dovrebbe aprire un blog sul jazz. Lo ha dentro.
E per finire … l’allegria di Carlotta. Incredibile. Di secondo nome dovrebbe fare Pepe anche lei! Ha concluso la serata in bellezza. Con una sua amichetta ci hanno deliziato con un simpatico balletto.
Una serata simpatica, allegra, diversa. Sicuramente da ripetere. Ma alla prossima qualcosa la cucino anch’io😀

M.G.

Eccovi la ricetta di Scorza d’arancia:

Sabato scorso, finalmente dopo 3 mesi di appuntamenti mai presi, impegni e problemi di varia natura, ce l’abbiamo fatta!!!!
Aguamala, Mediterranea passione ed io ci siamo incontrati per uno schiticchio siculo in piena regola a base di pesce perforza considerando la mediterranea (e non) passione per il mare di ambedue i nostri ospiti. Erika è una donna tenera e speciale, ha un animo gentile e si vede anche fuori, ha fatto subito amicizia con Pepe che faceva bella mostra di sè tra riviste di cucina e il libro d’oro dei biscotti …pare finto vero?
Miky, è un fiume…ehm un MARE IN PIENA, ha molte esperienze di vita da raccontare decisamente fuori dal comune, alla fine per amore è tornato nel suo mare. Cosa ho preparato vi starete chiedendo?
…perchè ve lo state chiedendo vero?
ahahah
Una cenetta leggera come dicevo a base di pesce:
il primo…

Spaccatelle mare e terra
Ingredienti per 6 persone
470 g di spaccatelle
5 zucchine genovesi
400 g di pomodorini ciliegia
100 g di pesce spada tagliato a dadini
1 spicchio d’aglio
6 fiori di zucca
150 g di gamberoni già sgusciati
6 gamberoni
100 ml circa di vino bianco
150 g di calamaretti oppure totanini
2 filetti di occhiata
un ciuffo di prezzemolo
olio extra vergine d’oliva
sale
pepe

Lavate e spuntate le zucchine, affettatele a rondelle di 3 mm circa, soffriggetele in una larga padella con 3 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva e l’aglio affettato sottilmente. Unite i pomodori tagliati a metà e mescolate, fateli stufare leggermente. Aggiungere il filetto d’occhiata tagliato grossolanamente, il pesce spada tagliato a dadini, i calamaretti e i gamberoni, fate insaporire mescolando sempre a fuoco basso. Sfumate con il vino e fate evaporare a fiamma alta, sempre mescolando, regolate di sale. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente nella padella con il condimento, fatela saltare finendo la cottura, aggiungente i fiori di zucca precedentemente lavati, asciugati e privati dai pistilli, non cuoceteli troppo perchè devono rimanere croccanti. Pepate e distribuite un trito di prezzemolo…io chiacchieravo e mu scurdai ahahahah

Di secondo ho preparato questo pesce spada qua, è un secondo davvero elegante e BBuono!!!

Macinate una generosa quantità di pepe nero un momento prima di servire.

Le ricette di Claudia … Il suo blog: Scorza d’arancia

Mediterraneo al tramonto

•luglio 4, 2008 • 9 commenti

L’azzurra distesa del Mediterraneo, incantatore e ingannatore di uomini audaci, manteneva il segreto del suo fascino… sotto la meravigliosa purezza del cielo al tramonto

Joseph Conrad
Foto © M.G.